Spedizione €6,90 - Gratuita per ordini di €39

Come fare la pulizia testine di una stampante 

pulizia testine stampa

La pulizia testine stampante è un processo per riportare questi componenti della periferica in condizioni di efficienza massima. In modo da ottenere delle stampe di qualità, nitide.

Ti è mai capitato di ritrovarti con una stampante che non vuole funzionare: la qualità delle pagine stampate è pessima oppure escono solo fogli pieni di macchie. Il motivo? Forse potrebbe essere proprio la pulizia degli ugelli stampante a fare la differenza. 

Ritrovarsi con gli ugelli otturati è un’evenienza comune, soprattutto se lasciamo ferma la stampante per periodi lunghi. L’inchiostro che si trova all’interno si secca e stampare diventa una missione impossibile. Come fare la pulizia testine di una stampante in questi casi?

Le soluzioni ci sono. Fortunatamente la pulitura degli ugelli stampante permette di salvare le cartucce. E non devi neanche pensare di buttare la stampante e sostituirla con una nuova. 

Gli ugelli otturati torneranno a stampare senza affrontare grandi spese. Ecco come fare la pulizia della stampante, ti assicuro che ci vorrà poco tempo per tornare operativi. Inoltre puoi anche scegliere: per pulire le testine della stampante possiamo procedere in due modi.


Come pulire le testine della stampante dal sistema operativo

Puoi lanciare la pulizia della stampante con il comando del sistema operativo. Con Windows è possibile pulire le testine della stampante con una ricerca dei dispositivi di stampa: dopo aver individuato la periferica possiamo lanciare il ciclo di pulizia delle testine. 

Dopo proviamo a stampare una pagina, per vedere se il problema è risolto. In caso di sistemi Mac la procedura è diversa, perché dovremo individuare la tua stampante nella barra Dock, ma allo stesso modo troveremo un comando di pulizia delle testine.

Possono essere necessarie diverse operazioni di pulizia delle testine attivate dal sistema operativo prima di raggiungere il risultato. Se la stampante è dotata di uno schermo LCD integrato possiamo fare partire il processo per pulire la testina stampante senza accendere il computer: ogni modello di stampante ha un suo comando dedicato in manutenzione. 


Come fare la pulizia della stampante con metodi manuali 

Come pulire la testina della stampante senza software? In primo luogo dobbiamo capire se la testina è parte integrante della stampante oppure delle singole cartucce d’inchiostro.

Se la testina fa parte della stampante e non si toglie facilmente è possibile utilizzare un contagocce e inserire poche gocce di acqua calda o di alcool nella vaschetta dell’inchiostro 

La testina può essere rimossa in un attimo? Spegni la stampante, rimuovi l’elemento da pulire. Intingi l'estremità di un cotton fioc in acqua calda o alcool e passarlo sull'estremità delle testine, in modo da sciogliere l’inchiostro che va a bloccare la testina. Ecco come si pulisce la stampante ma controlla che la testina sia asciutta prima di rimontare il tutto.

Le testine sono integrate nelle cartucce d’inchiostro: le devi smontare e immergere in una bacinella di acqua calda, lasciale per alcune ore. Asciugale e mettile nella stampante: una pagina di prova ci dirà se l’operazione di pulizia della stampante è andata a buon fine.


Come pulire le testine della stampante con il liquido di pulizia

La pulizia della stampante si può fare con il liquido specifico. Si procede sempre in base a dove si trovano. In ogni caso, ecco come procedere con la pulitura testine stampante.


Pulire gli ugelli della stampante se sono incorporati nelle cartucce

Come accade per HP, Lexmark e Canon dobbiamo estrarre la cartuccia dall’interno della stampante. Prendiamo un bicchiere di plastica un altro tipo di contenitore, versiamo il liquido di pulizia e posizioniamo la cartuccia in modo che solo la testina sia immersa.

Il tempo che servirà a pulire gli ugelli della testina di stampa può ovviamente variare a seconda di quanto inchiostro è andato a otturare gli ugelli stessi e da quanto tempo. 

Terminata la pulitura della stampante asciughiamo la testina con carta assorbente: quando vedremo una striscia di colore nero o dei tre colori (magenta, giallo o ciano) a seconda della cartuccia che stiamo pulendo, vuol dire che la cartuccia è pronta a essere reinserita. 

Attenzione a non lasciare la carta assorbente a contatto con la testina asciutta della cartuccia, c’è il rischio di perdere in tutto o in parte l’inchiostro contenuto nella cartuccia.


Pulizia delle testine delle cartucce incorporate nella stampante

Come pulire la testina della stampante con il liquido quando si trova nella stampante? Si tratta di una procedura importante per avere stampe di qualità, soprattutto se iniziano a manifestarsi problemi derivanti dall’inchiostro che si è seccato in seguito a scarso utilizzo.

Bisogna estrarre le cartucce dalla stampante, poi lasciare cadere qualche goccia di cleaner (liquido per la pulizia delle testine di stampa), nei condotti della testina di stampa, stando attenti a non toccarli: il rischio è quello di danneggiare irrimediabilmente la stampante.

Possiamo far cadere qualche goccia di liquido sul piccolo supporto di gomma dove la testina si ferma, stando attenti a non toccarlo perché macchia. Rimettiamo le cartucce nella testina, spegniamo e lasciamola spenta per 12 ore. Dopo aver acceso la stampante dovremo effettuare una pulizia automatica, per verificare che l’operazione sia andata a buon fine.


Alcune indicazioni per la buona manutenzione della stampante

Possiamo utilizzare il liquido di pulizia delle testine per mantenere efficiente la stampante: quando ricarichiamo le cartucce, tamponiamo la testina della cartuccia con un fazzoletto di carta bagnato con il liquido di pulizia, prima di inserirle nuovamente nella stampante. 

Ci sono poi alcune cartucce che hanno una spugna che permette di prolungare la durata: in questo caso la soluzione, dopo aver ricaricato almeno due volte le cartucce, è quella di inserire, tramite una siringa dotata di ago poco meno di un millilitro di liquido di pulizia. 

Dovremmo poi aspettare qualche minuto, in modo che la spugna assorba il liquido e si pulisca dall’inchiostro incrostato, per poi procedere a una normale ricarica.


Come pulire gli ugelli intasati dei vari modelli di stampanti

Ti sei procurato il cleaner per pulire le testine della stampante? Perfetto, questo è il primo passo ma non è sufficiente. Ecco qualche informazione specifica per procedere.


Cartucce HP, Lexmark e Canon 

Iniziamo a parlare della pulizia testine stampante per modelli come PG-37 PG-40 PG-50 CL-38 CL-41 CL-51 PG-510 CL-511 PG-512 CL-513 PG-540 CL-541 PG-545 CL-546.

Versate il liquido di pulizia in un contenitore di plastica in misura tale che, appoggiandoci la cartuccia in posizione verticale, solo la testina di stampa sia immersa nel cleaner. 

Lasciatela a bagno fino a quando, tamponando con un fazzolettino, si distingua una striscia rettangolare nera o, nel caso di cartucce a tre colori, strisce colorate (ciano, magenta, giallo). 

Non lasciate mai la testina stampante a contatto con il fazzolettino di carta o altro materiale assorbente, l'inchiostro verrebbe totalmente assorbito. Prima di reinserire la cartuccia nella stampante, asciugatela accuratamente. Il tempo necessario alla pulizia degli ugelli va da pochi minuti ad alcune ore a seconda del grado di intasamento e/o essiccazione.

Per la manutenzione periodica, ad ogni ricarica inumidite un fazzolettino di carta con il liquido per la pulizia di cartucce e testine di stampa per tamponare delicatamente la testina.

stampante canon

Poi asciugare e inserire nella stampante. Nelle cartucce dotate di spugna interna, per prolungarne la capacità assorbente e mantenerne l' efficienza, prima di effettuare la terza ricarica, iniettate 1ml di liquido nella cartuccia nero. Da ¼ml a max ½ml per ogni colore nella cartuccia specifica a seconda della capacità. Attendete alcuni minuti e ricaricate.


Stampanti Epson 

Meglio eseguire le procedure indicate quando si cambia la fornitura di inchiostro o la marca delle cartucce. Meglio procedere ai primi segnali di problemi di stampa, dopo fermi prolungati della stampante o sintomi di intasamento della testina (banding, mancanza di un colore ecc.) che, se trascurati, portano al deterioramento ed al blocco totale della testina.


Procedura normale

Estraete le cartucce dalla loro sede all'interno della stampante. Lasciate cadere 4/5 gocce di cleaner, il liquido per la pulizia delle testine di stampa, per ognuno dei condotti della testina di stampa (sono di forma conica, facilmente individuabili una volta tolte le cartucce).

Per effettuare la pulizia della stampante le gocce vanno lasciate cadere senza inserire l'ago nei condotti, altrimenti potreste danneggiarli irreparabilmente. Quali sono i prossimi passi?

Assorbite con un fazzolettino di carta il materiale caduto nel supporto dei condotti, la base di plastica. Ricaricare una cartuccia vuota con il liquido per la pulizia di cartucce e testine: 

  • 10 o 15 ml per la cartuccia nera in base alle esigenze.
  • 7 o 10 ml a seconda che siano cartucce a 5 o 3 colori per ogni serbatoio. 

Prima di ricaricare, pulite con un fazzolettino di carta il foro/i di uscita della cartuccia dall'eventuale inchiostro essicato. Mettete le cartucce ricaricate con il cleaner nella loro sede all'interno della stampante e lasciatele inserite, senza utilizzare la stampante, tutta la notte. 

stampante epson

Il giorno dopo fare cicli di pulizia degli ugelli e diverse prove di stampa, sia nero che colori, quindi togliete le cartucce cleaner e sostituitele con delle nuove (originali o compatibili). 

Lo sblocco della testina dipende dal grado di intasamento: in alcuni casi è necessario ripetere la procedura. Per una migliore efficacia della pulizia delle testine di stampa, utilizzate la funzione Powerful Cleaning del software gratuito SSC service utility.

Meglio  inserire il liquido pulizia testine stampanti sia nella cartuccia nero che in quella/e colori in modo da effettuare contemporaneamente la pulizia degli ugelli del nero e dei colori.

Dopo l'uso, chiudete con del nastro adesivo il foro di uscita e di ventilazione delle cartucce ricaricate con il cleaner e sigillare con il domopack. Saranno idonee per un altro utilizzo.


Procedura veloce

Per la pulizia testine rapida bisogna estrarre le cartucce. Si carica nella siringa 4 o 6 millilitri di cleaner (1ml per ogni condotto presente), spingete il beccuccio senza ago nel condotto della testina di stampa per iniettare lentamente 1ml di liquido di pulizia per ogni condotto. 

Questa procedura va fatta in ogni condotto della testina di stampa. Poi inserite le cartucce e fate posizionare la testina di stampa a riposo. Spegnete la stampante per tutta la notte. Il giorno si lancia un ciclo di pulizia e test. I risultati non sono soddisfacenti? Ripetete la procedura per pulire ugelli stampante con questa tecnica veloce ma sempre efficiente.


Stampanti Canon e HP con cartucce separate a singolo colore

I condotti delle testine Canon e HP sono di forma cilindrica. Questo significa che per la pulizia cartucce stampante si può seguire la stessa procedura indicata per la Epson. 

Su alcune stampanti Canon è possibile togliere il blocco testina di stampa/sede delle cartucce. Quindi si possono estrarre le cartucce per far cadere alcune gocce di cleaner nei condotti, quindi inserite le cartucce e procedete seguendo le istruzioni per HP e Canon.

Per queste stampanti, ma anche per le Epson, è utile versare alcune gocce di cleaner anche nella sede dove va la testina di stampa quando è a riposo, facilmente accessibile quando la testina è in posizione di cambio-cartucce. Alla base del pad c'è un materiale gommoso dove appoggia la testina di stampa quando è a riposo. La sua funzione è di proteggere la testina.


Per approfondire: