Spedizione €6,90 - Gratuita per ordini di €39

Smaltimento toner: dove buttare le cartucce usate

smaltire toner

La tua stampante laser usa cartucce di toner per lavorare al meglio. Ma cosa succede quando si esaurisce il toner? Metti la cartuccia del toner nel cestino di casa o dell'ufficio?

Tieni presente che le cariche di toner contengono piccole particelle sottili simili a polvere realizzate con un polimero plastico. Queste particelle vengono riscaldate e fuse sulla carta durante il processo di stampa. Lo smaltimento non può avvenire a caso, nell’indifferenziata.

Ricorda che il riciclo delle cartucce aiuta a ridurre la produzione con un impatto sulla sostenibilità ecologica. Lo smaltimento sicuro delle cartucce di toner è fondamentale. Se tutti facessero la loro parte per aiutare l'ambiente, il mondo sarebbe un posto molto migliore.

 

Normativa smaltimento toner

Prima di soffermarsi sul metodo di smaltimento del toner, è utile sapere che il momento più delicato per la gestione dei rifiuti è la sua collocazione da parte di chi si disfa del prodotto.

I toner rappresentano sicuramente un elemento di delicata gestione nel momento del loro smaltimento, perché si tratta di rifiuti speciali e non rientrano nella raccolta differenziata.

È il Decreto Legislativo 152/06 a stabilire le modalità per la classificazione e gestione dei rifiuti speciali che se non vengono rispettate comportano sanzioni molto elevate.

Da non dimenticare, quindi, che lo smaltimento dei toner esausti così come quello delle cartucce è obbligatorio per legge. Come avviene quindi il riciclo di cartucce stampanti?

Secondo il Cer, il Catalogo Europeo dei rifiuti, i toner esausti vengono classificati come rifiuti speciali non pericolosi (con il codice 08 03 18) e rifiuti speciali pericolosi (codice 08 03 17).

La classificazione dipende dal processo produttivo del toner. Questo dettaglio è riportato sulla scheda informativa del prodotto che va consultata prima di smaltirlo. Vediamo insieme cosa dice la legge per capire dove buttare cartucce stampante e non cadere in errore.

 

Perché cartucce e toner non sono rifiuti normali?

Per essere in linea con la legge è utile affidare lo smaltimento dei rifiuti speciali ad aziende specializzate e qualificate per farlo in modo da non correre alcun rischio. Perché i toner non sono considerati rifiuti normali? Questo è collegato all’impatto che hanno sull’ambiente.

Questi prodotti, in particolare, contengono una polvere finissima composta da particelle di carbone, ossidi di ferro e resina ma anche di alluminio, acciaio, plastica, rame e altri elementi considerati tossici. Ecco perché è di fondamentale importanza che lo smaltimento toner esausti vada realizzato con attenzione, rispettando la loro tipologia di classificazione. Solo così si potrà rispettare l’ambiente e non correre il rischio di pagare multe salate.

 

La normativa dello smaltimento toner esausti

Il decreto Ronchi (Lgs 152/ex D.Lgs 22/97) metteva in primo piano l’importanza di ridurre l’impatto ambientale. Da quel momento ci sono stati altri aggiornamenti legislativi.

Per quanto riguarda toner e cartucce, la normativa li classifica come non assimilabili a un comune rifiuto urbano da avviare a raccolta differenziata. Con l’entrata in vigore del D.Lgs. n. 4/2008, le discariche comunali non possono accettare toner esausti se prodotti da soggetti aventi partita IVA. Quindi, come procedere con il ritiro toner esausti?

toner esausti

Chi smaltisce questi prodotti deve documentare l’operazione attraverso il Fir, cioè il Formulario Identificazione del Rifiuto che va conservato per 5 anni. I toner esausti vanno, quindi, affidati ad aziende iscritte all’albo e provviste di regolare autorizzazione regionale.

 

Cosa accade se non rispetto lo smaltimento cartucce toner esauste?

Se non si osserva la legge su smaltimento cartucce e toner le sanzioni sono salate: per i rifiuti non pericolosi vanno da 2.600 a 15.500 euro e per quelli pericolosi da 15.500 a 93.000.

Oltre a queste, si aggiunge una sanzione amministrativa accessoria per il titolare della partita IVA o amministratore delegato dell’azienda che possono rischiare un processo penale e una condanna di sospensione dalla carica per un periodo che va da 30 giorni a un anno.

 

Come smaltire il toner della stampante

Il toner è un rifiuto chimico pericoloso, devi seguire un metodo rispettoso dell'ambiente nello smaltimento delle cartucce di toner una volta esauste. Come procedere con lo smaltimento secondo la normativa? Ecco 3 modi per smaltire correttamente le cartucce di toner.

 

Chiedi informazione al tuo comune per smaltire toner

Come per le batterie esauste dovrai informarti bene in base alla zona e alle disposizioni vigenti per capire dove smaltire. Gli uffici molto probabilmente raccolgono i toner esausti e quindi che verranno smaltiti correttamente o spediti a una struttura che li ricicla.

Puoi anche trovare molte informazioni online, cercando informazioni su come smaltire il toner nella propria zona oltre alle informazioni relative ad altri articoli elettronici.

 

Rivolgiti a professionisti dello smaltimento toner usati

Individua le aziende nella tua zona che si occupano di stampanti e smaltiscono in modo professionale le tue cartucce di toner esauste. Molti fornitori di inchiostro stampante, in fase di post vendita, riciclano le vecchie cariche e le rivendono come toner rigenerato.

Grazie a questo circuito virtuoso potrebbero fornirti dei buoni acquisto se consegni i toner esausti. I componenti delle vecchie cartucce verranno utilizzati in nuovi prodotti, in questo modo smaltisci i toner esauriti e hai anche dei vantaggi in termini economici.

 

Parla con chi ti ha venduto il toner e le cartucce inkjet

È utile contattare direttamente il produttore della cartuccia del toner. Molti marchi importanti hanno i propri piani di riciclo che includono il ritiro di cartucce di toner vecchie e usate. È meglio mandare una email o telefonare al produttore o al fornitore per saperne di più.

 

Dove buttare il toner e le cartucce stampante

Le cartucce di toner devono essere sempre smaltite in un contenitore appropriato e non devono essere trattate come un normale prodotto plastico da smaltire nella spazzatura. Il toner non deve essere neanche buttato nel bidone della spazzatura indifferenziata.

C’è una normativa per smaltire i toner a norma di legge. Il D.Lgs. 152/2006 ci suggerisce che toner e cartucce della stampante rientrano nella definizione di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Questi possono essere pericolosi e non. Fortunatamente, toner e cartucce inkjet esauste rientrano nella seconda categoria.

Lo smaltimento deve avvenire attraverso il centro raccolta RAEE più vicino a te ma c’è una differenza sostanziale tra i toner e le cartucce provenienti da uso domestico e privato rispetto ai rifiuti collegati a un’attività professionale. Dove si trova questa divergenza?

 

Smaltimento delle cartucce stampante come rifiuto domestico

Se stiamo parlando del toner esausto di una stampante che usi a casa, per attività personali e non professionali, puoi semplicemente portare la cartuccia esaurita in uno dei centri comunali per la raccolta RAEE. Ad esempio ci sono i centri di raccolta, le isole ecologiche permanenti e itineranti: trova quella più vicina e consegna come indicano le regole.

Trattandosi di rifiuti speciali non possiamo smaltire il toner e le cartucce come faremmo con qualsiasi contenitore di plastica. Nel nostro comune ci sono dei cassonetti predisposti per la raccolta di questi materiali (come ad esempio possiamo avere per le pile scariche).

Questi cassonetti possono essere trovati all’esterno degli edifici di enti pubblici o di banche. E sono perfetti per lo smaltimento cartucce e toner, ma non è sempre facile trovarli.

La soluzione sicuramente più diffusa è quella delle isole ecologiche dove è possibile gettare oltre al toner altri rifiuti da ufficio come ad esempio le cartucce esaurite. Nel raggiungere le isole ecologiche cerca di maneggiare il toner il meno possibile per non far uscire polvere Anche se il toner è esaurito, in realtà nella cartuccia è rimasta ancora un po’ di sostanza.

Un’altra soluzione può essere quella di acquistare dei toner rigenerati che a loro volta, una volta esauriti, possono essere ricaricati e quindi riutilizzati eliminando quindi il problema.

 

Smaltimento cartucce stampanti in azienda

Chi utilizza stampanti per fini professionali - comprese aziende, liberi professionisti, associazioni, sindacati, organizzazioni di qualsiasi tipo - deve dimostrare come smaltisce i rifiuti speciali. Questo avviene attraverso il FIR – Formulario di identificazione del Rifiuto.

“Il formulario di identificazione dei rifiuti (cosiddetto FIR) è un documento di accompagnamento del trasporto dei rifiuti, effettuato da un trasportatore autorizzato, che contiene tutte le informazioni relative alla tipologia del rifiuto, al produttore, al trasportatore ed al destinatario”.

Questa è la definizione che ci dà Wikipedia rispetto a questo adempimento. Per approfondire puoi leggere il nostro articolo sulla normativa dei toner da smaltire.

Se parliamo di un’azienda la procedura per lo stoccaggio del toner esaurito è complessa. E prevede diversi accreditamenti per lo smaltimento da enti come la Camera di Commercio.

Utile rivolgersi ad aziende specializzate che si occupano della gestione e dello smaltimento dei toner esauriti. Spesso le aziende che si occupano del noleggio delle macchine da stampa per l’ufficio fanno ritiro toner usati, della gestione e dello smaltimento dei rifiuti.

 

Meglio riciclare toner e cartucce

Il riciclo dei toner esauriti è una risorsa decisiva, economica ed ecologica. L'obiettivo del riciclo è convertire i prodotti di scarto in nuovi prodotti riacquistando le proprietà originali.

Ma il riciclo dei rifiuti elettronici ha il duplice scopo di preservare le risorse e mantenere i componenti elettronici dannosi fuori dalle discariche. Questo procedimento atto a ridare vita alle cartucce per stampanti è importante perché i materiali utilizzati per produrre inchiostro e cartucce di toner, come detto, possono essere dannosi per la salute umana e l'ambiente.

Quasi il 100% dei materiali delle cartucce per stampanti può essere riciclato, basta sapere come farlo al meglio e a chi rivolgersi. Il riciclo toner e cartucce può essere fatto anche in autonomia acquistando i migliori kit di refill inchiostro e seguendo le indicazioni.

 

Per approfondire: