Stampanti: tipologie e guida all'acquisto

stampanti_guida_acquisto

Il momento dell’acquisto di un dispositivo tech non è mai da prendere troppo alla leggera; sia per ambienti domestici che per ambienti lavorativi è importante fare una scelta consapevole per evitare di acquistare il prodotto sbagliato. Noi di Cartucce.com oggi siamo pronti a farvi fare un viaggio tra le tipologie di stampanti aiutandovi con questa guida all’acquisto. Sono tantissime le varianti in commercio e i marchi che ogni anno sperimentano, lanciando sul mercato nuove tecnologie e nuovi dispositivi: la verità è che non esiste una stampante migliore di un’altra, dipende tutto dal tipo di utilizzo che desideri farne. Scopriamo tutto insieme nel dettaglio.

Stampanti: le tipologie tra cui scegliere

Non fare un errore comune, non pensare che le stampanti siano tutte uguali. Non guardare solo al prezzo ma inizia ad analizzare le diverse tipologie tra cui scegliere per poter optare per il modello più adatto alle tue esigenze.

Partiamo dalla più comune: la chiamano stampante a getto d’inchiostro o inkjet. Si tratta di una stampante che stampa attraverso lo spruzzo di inchiostro emesso ad una velocità sostenuta; le cartucce per le stampanti ad inchiostro contengono il pigmento liquido che viene spruzzato direttamente sul foglio. Tra le più comuni, queste stampanti vengono apprezzate perché con un ottimo rapporto qualità prezzo: in vendita sia nella variante stampa solo in bianco e nero o anche a colori, riescono a garantire un’ottima qualità di stampa. Questi modelli solitamente sono tra i più economici sul mercato ma è bene considerare che poi hanno un costo più elevato nella gestione: le cartucce, sia la versione compatibile che l’originale, ha un prezzo sicuramente più elevato di altre proposte.

Seconda tipologia è senza dubbio la stampante laser. Le stampanti laser presentano una lastra cilindrica interna caricata negativamente e utilizza un toner per poter stampare. A differenza di quelle a getto d’inchiostro vantano una velocità superiore di stampa e una maggiore precisione. Ma non è solo una questione di tempismo: la stampante laser dura di più delle singole cartucce, per questo motivo ha un costo minore di gestione. Il costo iniziale della stampante è superiore ma si vive poi di rendita pagando molto meno di gestione, per questo motivo viene frequentemente utilizzata in ambienti lavorativi, ufficio o imprese.

Terzo modello che potresti scegliere è una stampante multifunzione: il prodotto è apprezzato sia in ambienti domestici che in piccoli uffici. Ha come caratteristica quella di unire in un unico dispositivo più tecnologie: stampante, scanner, fotocopiatrice e a volte anche un fax vengono contenuti tutti all’interno di un unico oggetto che garantisce così massima ottimizzazione degli spazi. Ultima variante a cui ti consigliamo di fare attenzione è al scelta tra stampante solo in bianco e nero o anche a colori: il nostro consiglio è di puntare su un modello a colori ma se hai bisogno solo di testi o se stampi solo in Black and White potrebbe essere un’ottima scelta anche questa. Hai anche la possibilità di noleggiarla: ma è più conveniente l’acquisto o il noleggio di una stampante?

Come scegliere una stampante

Ci sono alcune caratteristiche che devi tenere in considerazione se desideri acquistare una stampante: la prima è senza dubbio la risoluzione di stampa, da 150 DPI a 300 DPI è sicuramente una buona scelta ma tra le proposte con un budget superiore si può arrivare a puntare su modelli 1000 DPI che garantiscono una qualità di stampa incredibile. Secondo aspetto che ti invitiamo a non trascurare è la velocità di stampa solitamente segnalata in pagine per minuto; importante anche la tipologia di connessione: oggi è sicuramente consigliata una stampante WiFi e non più una semplice USB. Ultimo aspetto da considerare è il costo di manutenzione: prima di fare un acquisto controlla quanto costano le cartucce e quali sono i ritmi di consumo; se vuoi puoi anche dare un’occhiata alle cartucce originali o compatibili che trovi sul nostro portale per farti un’idea della spesa annua.