Ultimi Post Ultimi Post

FAQ Ricarica Cartucce Inkjet per Stampanti


INTRODUZIONE

La ricarica delle cartucce inkjet per stampanti è più facile di quanto possa sembrare ed incredibilmente economica rispetto all'acquisto della cartuccia originale. Osservando alcune semplici precauzioni riuscirete ad ottenere risultati positivi sin dalle prime ricariche, mantenendo le cartucce e la stampante in perfetta efficienza.

Nella scelta del luogo da utilizzare per le operazioni di ricarica, specialmente le prime effettuate, considerate il rischio di sporcare e sporcarsi, pertanto, prima di iniziare, scegliete un ambiente adatto, ricoprite abbondantemente la superficie di lavoro con fogli di giornale, indossate un paio di guanti in lattice e tenete a portata alcuni fogli di carta assorbente.

La prima ricarica che effettuerete, probabilmente, vi impegnerà almeno mezz'ora. In seguito, con la pratica, acquisirete esperienza, manualità, sicurezza e sarete in grado di svolgere tutte le operazioni necessarie in pochi minuti. Ricordatevi di non lasciare mai il foro di uscita dell'inchiostro, o la testina di stampa, a contatto con carta o materiale assorbente, vi assorbirebbe tutto l'inchiostro.

QUALI CARTUCCE E' POSSIBILE RICARICARE?
Tutte le cartucce inkjet MONOBLOCCO (testina di stampa integrata nella cartuccia) o SERBATOIO (testine di stampa incorporate nella stampante), originali, rigenerate e compatibili.


QUAL'E' LA DIFFERENZA TRA CARTUCCIA RIGENERATA E COMPATIBILE?
La cartuccia MONOBLOCCO (stampanti HP, Lexmark ed alcune Canon) si trova in commercio ORIGINALE (prodotta dalla stessa società che produce la stampante) o RIGENERATA (la cartuccia originale usata viene ricaricata con inchiostro compatibile, la testina di stampa controllata e ripulita da impurità, residui di carta ed inchiostro essiccato). Per via dei brevetti sulle testine di stampa NON è possibile commercializzare, in Europa, CARTUCCE MONOBLOCCO COMPATIBILI (cartucce NUOVE realizzate da produttori terzi), pertanto le cartucce testine in commercio, quando definite compatibili, sono in pratica cartucce rigenerate.

Diverso il discorso per le cartucce inkjet SERBATOIO (stampanti Epson, Brother e Canon) che, essendo in pratica solo contenitori di inchiostro (la sede delle cartucce, all'interno della stampante, incorpora la testina di stampa), si trovano sia originali che, COMPATIBILI (cartucce NUOVE, realizzate da produttori terzi). La resa e la totale compatibilità delle cartucce inkjet compatibili dipende dalla qualità dei componenti utilizzati (in primis inchiostro e spugna).

TIPS CARTUCCE COMPATIBILI:
Nelle stampanti dotate di cartucce separate singolo colore (principalmente le stampanti Epson e Canon), quando si passa dalle cartucce originali a quelle compatibili, o da una marca di compatibili ad una differente marca di compatibili, è bene sostituire TUTTE le cartucce simultaneamente ed effettuare un paio di cicli di pulizia della testina di stampa per 'spurgare' l'inchiostro residuo dai condotti della testina. Questo eviterà che inchiostri di formulazione e caratteristiche diverse, miscelandosi, reagiscano chimicamente creando problemi di stampa.

QUANTE RICARICHE POSSO FARE CON UN FLACONE DA 60ml?
CARTUCCE INKJET MONOBLOCCO
5/10 RICARICHE di inchiostro NERO - 10/15 RICARICHE di inchiostro COLORE
CARTUCCE INKJET SERBATOIO
4/6 RICARICHE di inchiostro NERO - 6/8 RICARICHE di inchiostro COLORE
I dati sono indicativi, dipendendono dal tipo di cartuccia e dall'inchiostro residuo contenuto.

QUANTE VOLTE POSSO RICARICARE LA STESSA CARTUCCIA?
Mediamente si riescono ad effettuare 3/5 ricariche con le 'monoblocco' e 10/15 con le 'serbatoio', dopodichè è necessario sostituirle con delle cartucce nuove a causa dell'usura dei materiali di costruzione (principalmente testina nelle monoblocco e spugna nelle serbatoio). Le cifre sono indicative, dipendono dalle condizioni di esercizio e dallo stato della cartuccia. Alcuni utenti hanno superato il massimo indicato, altri hanno dovuto sostituire la cartuccia molto prima. Se dopo un certo numero di ricariche la qualità di stampa diventa pessima, o nel caso la spugna interna non trattenga più l'inchiostro, è giunto il momento di sostituirla. Per ottenere i risultati migliori, ricaricate le cartucce ai primi segnali di inchiostro esausto. Non ricaricate mai una cartuccia vuota da troppo tempo, sprechereste tempo e inchiostro.

Tips & Tricks:
RICARICA CARTUCCE
EPSON STATUS MONITOR
SSC SERVICE UTILITY

INCHIOSTRO: QUANTO E COME RICARICARE?
I metodi e le quantità di ricarica differiscono a seconda del tipo di cartuccia.

Cartucce.com Feedaty 4.7 / 5 - 3977 feedbacks