Spedizione gratuita per ordini di 39€

La stampante non riconosce la cartuccia: guida pratica

La stampante non riconosce la cartuccia: guida pratica

La stampante non riconosce la cartuccia: guida pratica

A tutti, almeno una volta, sarà capitato di sperimentare il seguente problema: una stampante che non riconosce la cartuccia.

Alcuni tentano semplicemente di risolvere cambiando la cartuccia, senza pensare che in realtà il motivo è un altro. Infatti, in simili circostanze il messaggio di errore rimane nonostante la sostituzione. Certo, si può acquistare una cartuccia difettosa, ma per fortuna non si tratta di un caso molto frequente – e comunque è sempre possibile, poi, chiedere un rimborso.

La prima cosa da fare è capire se la ragione è connessa alla stampante oppure alla cartuccia in sé. Quest’ultima deve naturalmente essere compatibile, e va inserita nel dispositivo in maniera corretta: ve ne renderete conto nel momento in cui udirete il classico “clic”. Assicuratevi anche di aver rimosso le pellicole protettive, compresa quella striscetta sul microchip che spesso ostacola il contatto.

Può succedere, però, anche che la stampante non funzioni bene. Ad esempio, il discorso vale se lo strumento non riconosce varie cartucce una dopo l’altra. Ciò accade in particolare per i modelli più vecchi, o per quelli che non vengono mai sottoposti a manutenzione. La stampante è uno dei più importanti accessori per ufficio, ed è indispensabile che svolga i propri compiti al meglio!

Le soluzioni sono numerose: potreste provare a riavviare il macchinario, o controllare di aver installato i più moderni driver. Un check facile e rapido, che si fa attraverso internet. Se anche questi stratagemmi si rivelano inadatti, vi spieghiamo come procedere a seconda della marca: se una stampante Canon non riconosce la cartuccia, bisogna agire in modo leggermente diverso che con una Brother, una HP e così via.

Qualora, alla fine, non si compiano passi in avanti, è opportuno contattare il servizio clienti. Tuttavia, questo nella maggioranza delle situazioni non è necessario. Leggete la nostra guida per saperne di più: vi daremo dei consigli relativi alle singole tipologie di stampante, per concludere con alcuni suggerimenti generici.

Stampante Brother

Iniziamo con una stampante Brother che non riconosce la cartuccia. Per cominciare, spegnete l’apparecchio, rimuovete la cartuccia e riaccendete il tutto: vi sarà comunicato, sul display, quale cartuccia manca.

È fondamentale che l’elemento in questione abbia la cosiddetta levetta del galleggiante, senza la quale non potrà mai essere identificato dalla stampante. È essenziale, inoltre, che la pellicola che blocca l’inchiostro sia aperta abbastanza. Se così non fosse, il getto non potrebbe fuoriuscire.

Fatte queste verifiche, se non è mutato nulla, estraete e rimettete due o tre volte la cartuccia nell’apposito vano. Scuotete la cartuccia prima di sistemarla nel dispositivo, ovviamente con delicatezza per non provocare danni.

Stampante Epson

E se una stampante Epson non riconosce la cartuccia? Come bisogna regolarsi?

In tale contesto, le migliori opzioni sono tre:

  • pulite la sezione di rame del microchip con una gomma per cancellare;
  • prendete la cartuccia, spegnete la stampante, staccate anche il cavo di rete. Attendete un minuto circa prima di riprovare;
  • al limite, rimpiazzate tutte le cartucce. Occasionalmente succede che una cartuccia non sia riconosciuta a causa di un’altra.

Stampante HP

Una stampante HP che non riconosce la cartuccia compatibile richiede un procedimento differente.

Un tentativo preliminare è il ripristino del macchinario, scollegando il cavo di alimentazione e riconnettendolo dopo un paio di minuti. Se il problema persiste, è necessario individuare il tipo di cartuccia per capire come muoversi.

Per esempio, vi sono dei modelli HP che prevedono solo una cartuccia nera e una in tricromia. In questo caso pulirete i contatti elettrici dopo aver eliminato il nastro protettivo, servendovi di un panno senza lanugine inumidito con acqua tiepida.

Determinate cartucce non sono riconosciute se sporgono lievemente rispetto alle altre. Alcune si installano con una pressione maggiore, altre con una minore. Raccogliete tutte le informazioni di base per trovare la giusta soluzione!

Stampante Canon

Avete una stampante Canon? Anche in questa situazione potrebbe essere utile trattare la cartuccia con un panno umido, non di cotone perché spesso questo materiale lascia dei residui. In alternativa, non dimenticate di spegnere e riaccendere l’apparecchio come operazione di ripristino.

Cosa fare se una stampante Canon non riconosce la cartuccia rigenerata? Annullate il controllo elettronico dell’inchiostro, dato che capita che la cartuccia sia considerata esaurita pur non essendolo. Premete il tasto “riprendi” (a volte “ok”, altre volte “annulla”) per le stampanti multifunzione o “avanzamento carta” per quelle non multifunzione. Dovrebbe comparire la comunicazione della corretta sostituzione della cartuccia.

Stampante Lexmark  

Infine, vediamo come dobbiamo comportarci se la stampante Lexmark non riconosce la cartuccia.

Tutto cambia a seconda del messaggio:

  • Errore della cartuccia”, che sia destra o sinistra: togliete la cartuccia, chiudete il coperchio, scollegate il cavo della stampante, ricollegate il filo, reinserite la cartuccia;
  • Cartuccia mancante”: esercitate una pressione sulle levette, prendete le cartucce, rimuovete il nastro senza toccare la zona dorata, collocate nuovamente le cartucce;
  • Cartuccia incorretta”: spegnete e riaccendete il dispositivo dopo circa 60 secondi.

Come potete notare, si tratta di tre problematiche separate. Fate sempre attenzione a ciò che appare scritto sul display!

Conclusioni e ultimi suggerimenti

Non è scontato ribadirlo: prima di comprare qualunque cartuccia, è importante esaminare la compatibilità con la stampante. Leggete bene il codice, poiché anche una singola lettera o un solo numero può fare la differenza.

Monitorate i livelli di inchiostro, e sistemate le cartucce nell’ordine prestabilito (non quella nera al posto di quella magenta, ecc). Negli strumenti a getto controllate con cura gli ugelli: nelle loro vicinanze si trovano delle resistenze elettriche che scaldano l’inchiostro, le quali non devono mai surriscaldarsi.

Succede che la stampante non riconosca la cartuccia per le testine sporche. Ecco come agire: riempite un catino con acqua distillata, in cui bagnerete la cartuccia con la testina verso il basso. Lasciate il tutto in ammollo per qualche ora se vi sono delle incrostazioni ostinate. Se non avete tempo, immergete la testina in acqua bollente per 15-20 secondi.

Come si evince dalla nostra panoramica, le opzioni possibili sono tante. Non scoraggiatevi se non riuscite a risolvere subito: potrebbe esserci bisogno di fare più tentativi!

Commenti

Nessun messaggio trovato

Scrivi una recensione