Spedizione gratuita per ordini di almeno 39€

Ultimi Post Ultimi Post

Stampante e sicurezza dei dati: vademecum su cosa fare

Stampante e sicurezza dei dati: vademecum su cosa fare

 

Quello della sicurezza informatica rappresenta un pianeta davvero grande e affascinante ma anche ricco di possibili insidie. Ecco perché, con una certa regolarità, l’argomento torna al centro del dibattito internazionale: i nostri dati personali e la loro tutela sono infatti continuamente messi a rischio da attacchi ‘pirata’ ed è giusto andare sempre in cerca di nuovi metodi per salvaguardarli.

Il primo pensiero va a social network, computer e smartphone: veri e propri magazzini di informazioni private. Occorre però ricordare e sottolineare che anche attraverso una stampante è possibile sottrarre dati sensibili. In particolare il riferimento è alle stampanti degli uffici, entrate sempre più nel mirino degli hacker poiché in stretta connessione con la rete informatica aziendale, ma non solo. Ad essere rubati potrebbero essere bilanci e progetti ma anche numeri, proposte commerciali o codici di carte di credito: i rischi connessi alla sicurezza dati sono un problema globale.

 

Le violazioni di dati tramite stampante sono piuttosto frequenti, anche in rapporto a una diffusione di questo apparecchio che è sempre più capillare e trasversale. Il punto è che i modelli di stampanti più recenti si connettono a server e pc, permettendo anche di avviare i processi di stampa e scansione da postazione remota. Questi assistenti tuttofare sono dotati di hard disk e di sistemi di memoria attraverso i quali procedono a fare il salvataggio di copie digitali dei documenti stampati o scansionati. Tradotto: qualsiasi dato potenzialmente rilevante, specie di stampo aziendale, viene messo a rischio. Quei file che sono stati conservati dall’hard disk dell’apparecchio potranno essere raggiungibili da chiunque possieda l’accesso al device di stampa.

 

Stampante e sicurezza dati: le regole per evitare gli attacchi alla rete

 

Mentre per la tutela della sicurezza dati si presta grande attenzione agli accessi dei pc alla rete aziendale, ciò avviene con minore regolarità in rapporto alla stampante. Accade così che spesso l’apparecchio venga configurato all’esterno del firewall (ovvero lo sbarramento che protegge la rete) o che non vengano eseguiti con la regolarità richiesta i necessari aggiornamenti per ridurre i pericoli.

Se la stampante non viene adeguatamente protetta sarà più facile per gli hacker intercettare documenti riservati, che potrebbero finire - insieme a un mare di dati sensibili - nelle mani sbagliate.

 

Per salvaguardare le stampanti da questi attacchi, ponendo così l’accento sulla privacy, sarà necessario innanzitutto fare una mappatura dei dispositivi che risultano connessi (macchine di stampa comprese) e monitorare le singole impostazioni di sicurezza. La stampante, che abbiamo detto deve trovarsi al di qua della barriera firewall, non deve essere resa accessibile da dispositivi che non siano stati filtrati e autorizzati o comunque non sicuri.

 

Occorre in primis procedere con un aggiornamento costante e funzionale alla sicurezza dati, possibilmente ogni volta che compare una notifica del software. Le conseguenze altrimenti potrebbero essere anche molto pesanti, sia da un punto di vista economico che di reputazione. Purtroppo si tende ancora a sottovalutare l’importanza della sicurezza informatica in rapporto a stampanti e multifunzione non protette adeguatamente. E, spesso, si interviene solo dopo essere realmente caduti nella trappola del cybercrimine. Occorre prendere dunque i giusti provvedimenti in anticipo, per evitare brutte sorprese.