Ultimi Post Ultimi Post

Stampante per ufficio: quale scegliere e dove posizionarla

La stampante è uno degli elementi indispensabili in un ufficio , questo non è certo un segreto.

Spesso però ciò che viene sottovalutato è la possibilità di risparmiare sui costi di gestione. Come? Basta semplicemente realizzare un uso intelligente e consapevole della stampante, in ufficio come a casa, anche se nel primo caso è più utile perché coinvolge molti più utenti.

Non è certo l’unica mossa per risparmiare. Si può parlare anche dell’installazione di software ben precisi come quelli della coda di stampa o della memorizzazione dei processi di stampa, ma non solo.

Insomma, la scelta di questo prodotto non è certo da sottovalutare, anzi. Per questo è anche importante conoscere le diverse tipologie in commercio, tra le quali la stampante laser spicca su tutte soprattutto se utilizzata prevalentemente in ufficio. Perché? È più veloce e precisa di quella inkjet, cioè a getto d’inchiostro. Tra i vari modelli è possibile optare per quelle multifunzionali, wi-fi, in bianco e nero o a colori, tutto dipende dalle necessità di ogni singolo utente. Importante sapere che neanche i prezzi ormai sono troppo alti, è possibile trovare una stampante laser di qualità a meno di 100 euro. Diciamo però che i prezzi vanno da 50 a 1000 euro circa.

Dove posizionare la stampante?

Potrebbe sembrare un dettaglio insignificante, invece la posizione della stampante per ufficio è uno di quelli più importanti. In primis per la salute dei dipendenti. Sì, perché da recenti studi di settore sembra che lavorare troppo vicini alle stampanti possa creare, a lungo termine, alcuni problemi di salute.

La legge ancora non definisce una distanza ufficiale dei dipendenti da questi dispositivi. Le uniche considerazioni che la legge fa sono quelle legate alla postazione assegnata ai lavoratori in base al rumore dei dispositivi tecnologici e al divieto di questi strumenti di creare un eccesso di calore. Considerazioni che si trovano nel Decreto sulla sicurezza del lavoro .

Risulta necessario in questo contesto soffermarsi sulla possibilità di posizionare la stampante in modo che non sia troppo vicina ai dipendenti, trovando il giusto compromesso.

La stampante per i freelance

I freelance, nonostante il loro essere liberi da orari e luoghi, hanno bisogno degli strumenti necessari per poter lavorare in modo efficiente. La stampante è uno di questi, perché poter vedere su carta ciò che si scrive o documenti importanti è necessario più di quanto si creda.

Anche in questo caso, come accade in ufficio, è consigliata una stampante laser, più rapida e precisa delle tradizionali inkjet.

Ecco quali sono i modelli più indicati per un freelance.

Stampante multifunzionale wi-fi. Soluzione perfetta per un freelance o per chi ha un ufficio piccolo. È un modello che include stampante, fotocopiatrice, scanner e fax in un’unica soluzione.

Stampante multifunzionale wi-fi. Ha un prezzo più elevato, ma anche una comodità migliore, soprattutto se si è freelance.

Stampanti bianco e nero o a colori. La scelta tra le due tipologie dipende dall’uso che se ne fa. Per l’ufficio spesso si utilizzano quelle in bianco e nero, ma per i freelance che hanno la necessità di consegnare, progetti, brief, media kit ai clienti è solitamente consigliata la stampante laser a colori.

Cartucce.com Feedaty 4.7 / 5 - 4071 feedbacks