Spedizione €6,90 - Gratuita per ordini di €39

Colori primari della stampante: quali sono?

colori primari

 

I colori primari sono i tre colori di base (ciano, magenta e giallo) che non possono essere prodotti mescolando qualsiasi altra combinazione di colori. Sono essenziali nel processo di stampa perché consentono la produzione di tutti gli altri colori. Se utilizzati all'interno di un sistema di colori stabilito, i colori primari possono essere combinati per produrre quasi tutte le tonalità desiderate. Tuttavia, quando si mescolano i colori primari al di fuori di uno standard prestabilito, si possono ottenere rapidamente risultati indesiderati. Capire come funzionano i colori primari della stampa CMYK, in particolare ciano, magenta e giallo, all'interno di un modello di colore è fondamentale per garantire un prodotto finale corretto con il minimo rischio di errore.

Ciano, magenta e giallo nella stampa CMYK

Quando vengono stampati, ciano, magenta e giallo vengono trasformati in un'immagine negativa dal processo di assorbimento dell'inchiostro nella carta. In questo modo la superficie bianca della carta viene trasformata nel colore dell'inchiostro. Quando gli inchiostri vengono combinati, le loro immagini negative si annullano reciprocamente, dando luogo all'assenza di colore e a un'immagine nera sulla carta. Il processo CMYK di base funziona così: Il ciano è l'inchiostro blu utilizzato nel processo di stampa e produce un'immagine nera negativa sulla carta. Il magenta è l'inchiostro rosso utilizzato nel processo di stampa, che produce un'immagine nera negativa sulla carta. Giallo è l'inchiostro giallo utilizzato nel processo di stampa, che produce un'immagine nera negativa sulla carta.

Miscelazione di CMY

Nella maggior parte dei casi, ciano, magenta e giallo non vengono combinati in un ambiente di stampa. Tuttavia, quando lo sono, producono risultati diversi in base alle proporzioni utilizzate. Il ciano e il magenta producono il rosso. Non esiste un rapporto definitivo per ottenere questo risultato. Varia a seconda del tipo di carta utilizzata e della quantità di inchiostro applicata. Il ciano e il giallo producono il verde. Anche in questo caso, non esiste un rapporto definitivo. Ci saranno molte variazioni tra le diverse carte e la quantità di inchiostro applicata. Ciano, magenta e giallo possono produrre anche blu, arancione e marrone. Anche in questo caso non esiste un rapporto definitivo che produca questi colori.

L'importanza di K nella stampa CMYK

Tutti i colori prodotti dal processo ciano, magenta e giallo saranno troppo scuri o troppo chiari se la quantità di inchiostro nero è insufficiente. Carte diverse richiedono quantità diverse di inchiostro nero per produrre un'immagine ottimale. Una quantità bassa di inchiostro nero produce un'immagine chiara, mentre una quantità elevata produce un'immagine scura. La maggior parte delle stampanti utilizza una raccomandazione sul tipo di carta per determinare la quantità di inchiostro nero necessaria. Tuttavia, è fondamentale che l'inchiostro nero non venga utilizzato esclusivamente per correggere una miscela di colori errata, in quanto ciò distorce la tavolozza dei colori.

Stampa RGB: Capire le basi

RGB è l'acronimo di Red, Green, Blue (Rosso, Verde, Blu) ed è il modello di colore di stampa standard utilizzato per le applicazioni di imaging a colori. Utilizza la luce rossa, verde e blu per creare un'ampia gamma di colori variando la quantità e l'intensità di ciascun colore primario. L'RGB è utilizzato per l'editing di immagini digitali, la creazione di grafica web e la stampa a colori. L'RGB è un modello di colore additivo, ovvero i colori vengono sommati per produrre un'immagine. La somma di ogni colore crea un aumento della luminosità.

Miscelazione di RGB

Nella maggior parte dei casi, l'RGB non viene combinato in un ambiente di stampa, poiché ogni colore viene utilizzato come singolo pixel per creare immagini o combinazioni di colori. Tuttavia, quando lo fanno, producono risultati diversi in base alle proporzioni utilizzate. Il rosso e il verde producono il giallo. Non esiste un rapporto definitivo che produca questo risultato. Ci saranno molte variazioni tra le diverse carte e la quantità di inchiostro applicata. Il rosso e il blu producono il ciano. Anche in questo caso, non esiste un rapporto definitivo che produca questo risultato. Ci saranno molte variazioni tra le diverse carte e la quantità di ciascun inchiostro applicato. Il rosso, il verde e il blu possono produrre anche magenta, arancione e marrone. Anche in questo caso non esiste un rapporto definitivo che produca questi colori.